martedì 6 giugno 2017

Recensione #52: Orme Fantastiche AA.VV.

Buonasera a tutti!
Finalmente ho un pomeriggio libero *-* Ma ci pensate che fra pochi giorni finirà l'anno scolastico?! Tra tutti gli anni di liceo questo è stato in assoluto il peggiore, sono contentissima che sia finito, speriamo che il prossimo sia migliore, non ho voglia di sprecare un altro anno del mio tempo, uff.
Ma scleri a parte (scusate ma non sopporto i miei professori) oggi sono qui per parlarvi di un'antologia di racconti di autori vari che mi è stata inviata da Catnip Edizioni, sono rimasta piacevolmente colpita da questa lettura e adesso vi spiego perché ;)

Titolo: Orme Fantastiche
Autori: Ania dell'Acqua, Isa Thid, Laura Silvestri, Luca Folino, Margherita Aiassa, Stefano Procopio, Valentina Zunino
Casa Editrice: Catnip Edizioni
Prezzo: 4,59 euro (ebook)
Trama: Sette autori, sette racconti, sette mondi completamente diversi l’uno dall’altro. Sette sfaccettature di fantasy percorrono queste Orme Fantastiche, per chi ama il genere e per chi vuole conoscerlo meglio: dall’epico al dark, dall’urban allo steampunk, e così via, per tutti i gusti.
Link Amazon Link Goodreads
Se mi seguite da un po', ormai saprete che non sono una grande fan del fantasy, soprattutto se stiamo parlando di epic o dark fantasy, non c'è un motivo in particolare, forse semplicemente non ho ancora trovato il giusto libro (se avete consigli, dite pure) quindi non avevo aspettative molto alte e invece questa lettura è stata davvero carina, ecco perché vi dicevo che ne sono rimasta stupita.
Come avrete capito dalla trama si tratta di diverse storie brevi, 7 per la precisione, tutte di un sottogenere diverso del fantasy. Sono racconti autoconclusivi ma spesso sembravano dei prologhi a storie più complesse, questo non è un difetto perché c'è stato un giusto equilibrio tra domande e risposte, tra soddisfazione e curiosità. Il fatto che il finale di ogni storia facesse intravedere qualcos'altro è stato per me uno dei punti di forza del libro perché mi sono divertita molto ad immaginarne delle continuazioni.
Le storie mi sono piaciute tutte, ovviamente qualcuna più di altre, difficile dire quella che ho preferito, forse Lo Straniero di Stefano Procopio è quella che mi è rimasta più impressa: il protagonista decide di accogliere a casa sua uno strano ragazzo sbucato fuori dal nulla e
completamente diverso da tutti gli altri: dopo le iniziali incomprensioni i due cominciano a tollerarsi per poi diventare amici, nonostante tutto ciò che li aspetta. Leggendo questa storia mi sono affezionata ai personaggi e al rapporto che si è instaurato tra loro, il che la dice lunga visto che si tratta di un racconto di un centinaio di pagine.
Non vi parlerò di tutte le storie anche perché, essendo brevi, finirei per farne un riassunto piuttosto che dirne la trama quindi farei spoiler ed è meglio evitare, ve ne nominerò solo alcune, sperando di incuriosirvi.
È vero che queste storie sono molto diverse l'una dall'altra ma hanno tutte in comune l'originalità delle ambientazioni e delle idee di fondo. Il rischio delle storie brevi è quello di non sviluppare bene trame e personaggi invece in questo caso gli autori sono riusciti in pochissime pagine a creare mondi e personaggi già ben definiti. Anima Mundi di Ania dell'Acqua ad esempio, è la storia con il "world building" più particolare secondo me: due popolazioni avversarie nate dall'Anima Mundi, il cuore del mondo che ogni dieci anni viene ospitato da un nuovo prescelto, è un concetto strano e per certi aspetti inquietante ma sarebbe interessante leggere di più al riguardo proprio perché è qualcosa di completamente nuovo per me. È stato un po' "inquietante" anche il racconto conclusivo, Fuoco e Ghiaccio di Luca Folino, in cui ho visto un'atmosfera cupa che è riuscita a coinvolgermi molto grazie a delle tinte un po' più horror.
Si è trattato di un libro molto scorrevole perché un racconto tirava l'altro, all'inizio ci mettevo un pochino a entrare nel vivo di ogni storia perché cominciavano tutte in medias res ma dopo lo stordimento iniziale, cominciavano tutte a rapirmi, dandomi anche dei finali inaspettati come nel caso di Omnia Vincit Amor di Laura Silvestri.
Sicuramente terrò sott'occhio sia la casa editrice che i sette autori di questi racconti, chi lo sa potrebbero scrivere qualche libro interessante!

Dunque per concludere do 4 stelle inaspettate a questa raccolta di racconti che vi consiglio se avete voglia di provare un antologia, soprattutto se siete fan del genere.

Alla prossima gente!
Pam

1 commento:

  1. Ciao, passo velocissimamente solo per invitarti a dare un’occhiata al grande ebook givaway per i due anni di compleanno del nostro angolino web, se sei interessata clicca semplicemente qui c:
    Scusa il disturbo, ciauu!
    Rainy

    RispondiElimina