lunedì 13 giugno 2016

Recensione #41: Ignite me di Tahereh Mafi

Buonasera gente :) Scusate se sono sparita questa settimana ma avevo deciso di prendere una piccola pausa per riprendere le forze e ora sono tornata carichissima e pronta a scrivere tanti nuovi post che spero vi piacciano, come sempre se avete suggerimenti o richieste potete contattarmi via email o in qualunque altro modo ^_^
Oggi sono qui per parlarvi dell'ultimo libro che ho concluso: Ignite me di Tahereh Mafi

Casa Editrice: HarperCollins (in arrivo in Italia)
Numero pagine: 409
Data di pubblicazione: 4 Febbraio 2014
Trama: Con il Punto Omega distrutto, Juliette non sa se i ribelli, i suoi amici, o Adam stesso, sono vivi. Ma questo non le impedirà di cercare di abbattere la Restaurazione una volta per tutte. Ora deve fare affidamento su Warner, il bel comandante del Settore 45. L'unica persona di cui lei non avrebbe mai pensato di potersi fidare. La stessa persona che le ha salvato la vita. Warner promette di aiutare Juliette a padroneggiare i suoi poteri e salvare il loro mondo morente... ma non è tutto quello che vuole da lei.

Dunque, da dove cominciare a parlare di questo libro? La trilogia Shatter me è stata unica, una di quelle serie che una volta terminate ti lasciano un vuoto dentro, appena ho finito di leggere l'ultima pagina i protagonisti mi mancavano già, ho cominciato subito a vagare con la mia mente e immaginare una continuazione della storia. Da questo potete già capire che anche il terzo libro della saga mi è piaciuto da morire *-* Ad essere precisi è stato il migliore secondo me, perché ho visto una crescita in questa trilogia, ovviamente mi sono piaciuti tutti e 3 i libri ma mi piacevano sempre di più proseguendo nella lettura con il volume successivo. Non ho ancora letto le novelle ma dovrei proprio.
Unravel me si era concluso lasciandomi il dubbio lancinante che fossero tutti morti tranne Warner e Juliette, questo pensiero mi terrorizzava e così mi sono lanciata su Ignite me appena l'ho ricevuto (ringrazio tanto i miei amici che me l'hanno regalato <3).
Un'altra crescita che riguarda che questa saga è anche quella di Juliette, nel primo libro aveva paura di sé stessa, si considerava un mostro e si era in qualche modo annullata da sola, annegando nei propri pensieri, che fin quando non è comparso Adam erano l'unica compagnia che aveva. Ma ora sembra quasi un altro personaggio, ora Juliette e finalmente pronta ad affrontare la realtà dei fatti, è decisa e sicura di sè, non vuole più piangersi addosso, è riuscita ad uscire dal suo guscio protettivo e ha cominciato a vivere. La sua crescita interiore ha segnato tutti i libri.
I was a scared, broken girl, fighting back the only way I knew how. It's no wonder I failed. I wasn't in my right mind. I was weak and terrified to the idea of possibility.
I had no experience with stealth or manipulation. I hardly knew how to interact with people - could barely understand the words in my own head.
It shocks me to think how much I've changed in these past months. I feel like a completely different person. Sharper, somehow. Hardened, absolutely. And for the first time in my life, willing to admit that I'm angry.
In quest'ultimo volume abbiamo conosciuto meglio anche Warner, se avete letto la mia recensione di Unravel me, sapete già che Warner mi è sempre piaciuto perché ho sempre sospettato che fosse molto più del solito antagonista. Non mi sbagliavo, in questo libro ha avuto molto più spazio e ha dimostrato a tutti la sua vera anima, mi ha letteralmente conquistata! A Warner è stato inflitto tanto dolore, così come a Juliette, si è creato una sorta di barriera lasciando credere di essere quello che in realtà non è: un ragazzo spietato, cinico e freddo come il ghiaccio. Tutti lo descrivono come privo di sentimenti ma piano piano anche lui si libera un po' di questa barriera lasciando intravedere quanto in realtà sia dolce e sensibile. È sempre rimasto al fianco di Juliette spingendola a dare il meglio di sè e a non fermarsi mai, appoggiandola in ogni decisione e dimostrandole affetto anche rivelandole alcuni segreti che mostrano la parte più fragile di lui. Fra Warner e Juliette c'è un'intesa straordinaria che da vita a scene romanticissime.
And we're qoutation marks, inverted and upside down, clinging to one another at the end of this life sentence.
Adam mi piace e gli ho sempre augurato un finale felice, solo non con Juliette. Anche tralasciando alcuni suoi comportamenti offensivi che posso comunque comprendere pensando a quanto si sia sentito ferito, il suo amore per Juliette non era comunque adatto a lei. Certamente non lo disprezzo, ma mi sono resa conto che il suo amore le avrebbe impedito di crescere e di essere pienamente sé stessa, cosa che invece Warner incoraggia. Se proprio volete saperlo, lo avrei visto molto bene con Kenji *-* Che tra parentesi, ho amato. Si tratta di quel personaggio ironico e sarcastico che spezza la tensione in qualunque scena, ci voleva proprio!
Questa storia meravigliosa è raccontata dalla penna raffinata della Mafi. Una donna che riesce a "giocare" con le parole in modo stupendo, mi ha emozionata tantissimo, con il suo stile ricco e composto da un susseguirsi di cordinate che quasi tolgono il respiro, sono sicura di non essere capace a renderle giustizia, ma quello che ha provocato dentro di me è stupefacente.
Words, I think, are such unpredictable creatures.
No gun, no sword, no army or king will ever be more powerful than a sentence. Swords may cut and kill, but words will stab and stay, burying themselves in our bones to become corpses we carry into the future, all the time digging and failing to rip their skeletons from our flesh.
Un unico lievissimo dettaglio che non mi ha convinta al 100% è la frettolosità che ho avvertito negli ultimi capitoli, probabilmente è stato un effetto voluto ma, non so, forse mi aspettavo qualcosa di diverso, sono stati capitoli simili ai finali dei fumetti con i supereroi, un po' troppo affrettati per i miei gusti. È anche un finale un po' aperto ma in questo caso non mi dispiace affatto, anzi, ci sta benissimo e come dicevo all'inizio è uno di quei finali che ti fa sognare una continuazione tutta tua.

5 stelle meritatissime da questo libro che conclude una saga che mi piace definire semplicemente "wow". Per altro la rizzoli sta anche ristampando il primo volume e traducendo il resto della serie mantenendo cover e titoli originali *_*


Vi consiglio assolutamente di leggere questa saga se non lo avete ancora fatto! 

Nessun commento:

Posta un commento