venerdì 15 maggio 2015

Recensione #18: Champion di Marie Lu (Legend #3)

Ciao tutti readers :* Come state?
Mentre Valentina era in viaggio per Siena io ho finito di leggere Champion di Marie Lu e quindi eccomi qui a dirvi cosa ne penso :)
Se non avete letto gli altri libri della trilogia state attenti alla mia recensione, ci sono spoiler a causa della trama stessa del libro.


Io quando ho finito Champion xD



Trama:
June e Day hanno rinunciato all'amore che provavano l'una per l'altro per il bene della Repubblica. June è tornata nelle grazie dell'élite, mentre Day ha raggiunto i vertici della gerarchia militare. Ma, per il bene della Repubblica, sono chiamati di nuovo a lavorare fianco a fianco. June dovrà chiedere all¿unica persona che ama di sacrificare tutto quello a cui tiene per salvare migliaia di vite sconosciute. Fra colpi di scena e suspense, la trilogia distopica ambientata in un'America divisa fra Colonie e Repubblica arriva al suo gran finale.

Recensione:

Allora, avevo aspettative altissime per questo finale e devo dire che Marie Lu non mi ha delusa e anche questa volta mi ha regalato un libro splendido e pieno di emozioni *_*

Non posso dire granché della trama perché sarebbe praticamente tutto spoiler xD Posso dirvi che ritroviamo i nostri personaggi qualche mese dopo gli avvenimenti di Prodigy. Si è diffuso un nuovo morbo nelle Colonie, e questo è un pretesto perfetto per mettere a rischio il trattato di pace fra Repubblica e Colonie, June e Day si ritroveranno l'una affianco all'altro a cercare di trovare una soluzione efficace e veloce. Non vi dico quale sarebbe la loro possibilità per permettervi di godervi la lettura pienamente, senza la minima anticipazione.

Lo scenario politico viene ulteriormente approfondito, facendo di questa trilogia un must-read per gli amanti dei distopici, il mondo e la società sono sempre più stravolti, e scopriamo anche qualcosa di più sull'avanzatissimo Antartide. A cercare di sistemare la complessa situazione della Repubblica c'è Anden il nuovo Elector, affiancato da June e da altri due Princeps. Anden è un personaggio secondario ma in realtà ha un certo peso, e sono felicissima di come è stato gestito da Marie Lu, alla fine di Prodigy temevo un triangolo amoroso che invece non c'è stato, ed è un bene perché in un libro come questo sarebbe stato un po' un cliché. 

La coppia di Day e June è una coppia sicuramente tormentata ma anche matura in un certo senso, nonostante la giovane età dei due, non ho trovato proprio niente di adolescenziale in loro, infatti molti erano straniti dall'età dei personaggi, ma in fondo penso che questo loro modo di fare dipenda molto dal contesto sociale in cui hanno vissuto. Comunque sono una delle coppie che preferisco.
Entrambi molto forti seppur con qualche dubbio interiore, pronti a fare di tutto per aiutare gli altri e desiderosi di rendere la Repubblica un posto migliore, sono personaggi così ben caratterizzati da sembrare reali, è impossibile non immedesimarsi in loro, quando Day cede al pianto per la morte dei suoi genitori e di suo fratello John è impossibile non piangere, così come quando June va nella tomba del fratello o quando Thomas racconta il giorno in cui ha ucciso Mettias. Infatti ci sono anche dei personaggi secondari che completano perfettamente il libro, come Thomas, Tess ma soprattutto Eden, il fratello minore di Day, che ho amato tantissimo.

Marie Lu quindi è entrata a pieno titolo nella lista dei miei autori preferiti, ha uno stile unico capace di emozionare, unito ad una trama avvincente e mai banale. A volte personalmente trovo il suo modo di scrivere un po' malinconico ma è un punto a favore perché contribuisce a rendere tutto più profondo. Poi ho apprezzato tantissimo la divisione del libro nei punti di vista di Day e di June, è stata una scelta davvero azzeccata e sfruttata al meglio.

Il finale mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca seppur non sia triste, è un finale di speranza ma è un po' aperto e non mi ha convinta del tutto, ma non ho niente da ridire, semplicemente me lo sarei aspettato diversamente.


2 commenti:

  1. Adoro questa serie, Marie Lu ha scritto sicuramente qualcosa di unico e originale! Non vedo l'ora di leggere qualcos'altro dell'autrice..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si infatti stavo giusto pensando di leggere the Young élites, tu l'hai letto? :)

      Elimina