mercoledì 8 aprile 2015

Recensione #16: Città degli Angeli Caduti di Cassandra Clare

Ciao a tutti! Come va? È ricominciata la scuola :( non è che non mi piaccia e che fra compiti e interrogazioni io perdo 20 anni di vita alla settimana :/
Ma torniamo a noi... oggi vi posto la recensione di Città degli Angeli caduti :)

Trama:
La guerra è conclusa e Clary è tornata a New York, intenzionata a diventare una Cacciatrice di demoni a tutti gli effetti. E finalmente può dire al mondo che Jace è il suo ragazzo.
Ma ogni cosa ha un prezzo.
C'è qualcuno che si diverte uccidere gli Shadowhunters e ciò causa fra Nascosti e Cacciatori tensioni che potrebbero portare ad una seconda, sanguinosa guerra.
Simon, il migliore amico di Clary, non può aiutarla. Sua madre ha scoperto che è un vampiro e lui non ha più una casa. E come se non bastasse, esce con due ragazze bellissime e pericolose, nessuna delle quali sa dell'altra.
Quando anche Jace si allontana senza darle spiegazioni, Clary si trova costretta a penetrare nel cuore di un mistero che teme di svelare fino in fondo: forse è stata lei a mettere in moto la terribile catena di eventi che potrebbe farle perdere tutto ciò che ama. Jace compreso.

“So you're trying to make her happy despite the fact that the reason she's unhappy in the first place is you," said Simon, not very kindly. "That seems contradictory, doesn't it?"
"Love is a contradiction," said Jace.”
Recensione:
Non so se vi siete accorti: mi sono rifiutata di mettere la cover italiana, che secondo me è un abominio u.u Ad ogni modo, mi sono appassionata tantissimo a questa saga e per fortuna Città degli angeli caduti non mi ha delusa per niente :3 Anzi mi ha molto stupita, infatti, nonostante avessi adorato gli altri tre libri, non avevo grandi aspettative per questo. Il fatto è che ho trovato Città di Vetro un libro già abbastanza adatto ad un finale, quindi avevo paura che questo fosse solo una trovata editoriale per sfruttare economicamente il successo dei precedenti libri, invece mi sono dovuta ricredere assolutamente! 

Nel libro viene approfondito un po' di più il personaggio di Simon (tesoruccio mio stai superando Jace) lo vediamo, braccato da non-posso-rivelarvi-chi e alle prese con i suoi contrasti interiori: egli infatti non ha ancora del tutto accettato la sua natura di Daylighter (Diurno in italiano, perché Shadowhunters non l'hanno tradotto e Daylighter sì?!) e questo problema è accentuato dalla reazione che ha avuto suo madre una volta scoperto il segreto del figlio (lo ha addirittura definito mostro), inoltre sta ancora cercando di decidere se ama di più Isabelle o Maia, ragazze che frequenta entrambe ma tenendo l'una nascosta all'altra, tranquilli il triangolo amoroso è appena accennato e non vero e proprio secondo me (forza Izzy!). 

Per quanto riguarda invece i due protagonisti principali della saga, Clary e Jace, anche loro hanno dei problemi (e figuriamoci se potevano amarsi tranquillamente) infatti Jace è perseguitato da incubi in cui uccide Clary, continua a sentirsi in colpa e a non capire se stesso, chiedendosi se per caso non avesse assunto l'atteggiamento di quello che ha creduto essere suo padre, Valentine. In realtà si scoprirà poi, la vera causa di questi sogni e la situazione precipiterà non poco.
You love each other, the kind of love that can burn down the world or raise it up in glory
Vorrei dedicare un paio di righe anche ad un'altra coppia: quella di Magnus ed Alec. Anch'essa ha infatti il suo spazio nel libro: i due ragazzi sono tornati a casa dopo un giro nel mondo e il passato di Magnus sembra turbare Alec, e entrambi litigheranno e rifletteranno molto, soprattutto quando si renderanno conto che Magnus è immortale e quindi vedrà invecchiare e, un giorno, morire il suo amato Alec.
Still I pictured having you for fifty, sixty more years. I thought I might be ready then to let you go. But it's you, and I realize now that I won't be anymore ready to lose you then than I am right now. Which is not at all.
Anche questo libro, come gli altri della saga, è ricco di avventura ed emozioni. Non dà un attimo di serenità e ci sono momenti in cui viene troppo da piangere (vedi le riflessioni di Alec o di Simon) e momenti in cui invece scappa una risata per una battuta di Jace :)
“They think they're better than everyone else."
"No," said Jace. "I think I'm better than everyone else. An opinion that has been backed up with ample evidence."
Kyle looked at Simon. "Does he always talk like this?"
"Yes.”
Una delle cose che più mi ha colpita è stato, ancora una volta, lo stile incredibile di Cassandra Clare: non solo, come ho detto prima, sa mischiare "dolce e amaro" ma è riuscita a farmi immedesimare in ciascuno dei personaggi grazie al suo modo di narrare la storia che si basa sui punti di vista di tutti i personaggi ma sempre rimanendo in terza persona. L'ho letto in inglese e l'ho apprezzato ancora di più perché privo degli errori di traduzione fatti nell'originale o dei refusi che ho trovato negli altri libri (Jace che diventa Face o addirittura Jack per non parlare delle spade angeliche che misteriosamente salgono di livello e diventano spade dei serafini)

Inoltre ho nominato Cassandra Clare regina dei Cliffhangers, ovvero dei finali a sorpresa, infatti avevo appena tirato un sospiro di sollievo quand'ecco che proprio nell'ultima pagina accade l'impensabile!


Insomma questo libro è grandioso :) Leggetelo!

Nessun commento:

Posta un commento