venerdì 16 gennaio 2015

Recensione #8: Red di Kerstin Gier

Trama
Copertina italiana del libro
Per l'amica Leslie, Gwendolyn è una ragazza fortunata: quanti possono dire di abitare in un palazzo antico nel cuore di Londra, pieno di saloni, quadri e passaggi segreti? E quanti, fra gli studenti della Saint Lennox High School, possono vantare una famiglia altrettanto speciale, che da una generazione all'altra si tramanda poteri misteriosi? Eppure Gwen non ne è affatto convinta. Da quando, a causa della morte del padre, si è trasferita con la mamma e i fratelli in quella casa, la sua vita le sembra sensibilmente peggiorata. La nonna, Lady Arisa, comanda tutti a bacchetta con piglio da nobildonna e con l'aiuto dell'inquietante maggiordomo Mr Bernhard, e zia Glenda considera lei, Gwen, una ragazzina superficiale e certamente non all'altezza del nome dei Montrose. E poi c'è Charlotte, sua cugina: capelli rossi, aggraziata, bravissima a scuola e con un sorriso da Monna Lisa. È lei la prescelta, colei che dalla nascita è stata addestrata per il grande giorno in cui compirà il primo salto nel passato. Charlotte si dà un sacco di arie, ma Gwen proprio non la invidia: sa bene che si tratta di una missione pericolosissima non solo per la sua famiglia ma per l'umanità intera, e da cui potrebbe non esserci ritorno. E non importa se Charlotte non viaggerà sola ma sarà accompagnata da un altro prescelto, Gideon de Villiers, occhi verdi e sorriso sprezzante... Gwen non vorrebbe davvero trovarsi al suo posto. Per nulla al mondo...
Copertina originale del libro

Recensione
Copertina italiana di Blu
Avevo sentito parlare tanto di questo libro e anche molto bene, ma non mi ispirava molto, così avevo deciso di non leggerlo. Anche quando l'ho iniziato, avevo intenzione di abbandonarlo, perché mi sembrava poco scorrevole e accattivante, ma poi mi ha appassionato al punto di non poterne più fare a meno. Il risultato? L'ho letto soltanto in due giorni! La vita di Gwendolyn era normale (per quanto potesse esserlo in una famiglia come la sua!), e tutto ad un tratto si ritrova fra viaggi nel tempo, ragazzi scorbutici  e fantasmi! Sinceramente non saprei come comportarmi se mi trovassi in una situazione del genere. Un po' ho odiato la madre di Gwen, perché penso che sia stata colpa sua il fatto che Gwen sia stata catapultata nella Londra di almeno cinquant'anni prima senza che fosse minimamente preparata! Come viene detto anche nel libro, non l'ha protetta, ma l'ha messa a rischio tenendola all'oscuro di tutto.
Locandina del film ecc.
Ma niente e nessuno può superare l'antipatia che provo per la cugina Charlotte. Bella sì, ma sprezzante, arrogante e irrispettosa, soprattutto nei confronti di Gwendolyn. Probabilmente avrà preso dalla madre!
Sinceramente non ho odiato Paul e Lucy, al contrario mi hanno fatto una certa simpatia, che però non riesco a spiegare.
E Gideon... be' Gideon l'ho amato (in effetti come i protagonisti maschili di quasi tutti i libri che ho letto xD), anche quando era solo uno stupido arrogante e presuntuoso che segue Charlotte e disprezza chi non è come loro.
Solo lo preferirei con i capelli corti (Sì, sono d'accordo con Leslie!)

«"È soltanto timida", rispose Gideon.Intimidita sarebbe stato il termine più adatto.
"Non esistono femmine timide", obiettò il conte." Si limitano a nascondere la loro ingenuità dietro uno sguardo apparentemente basso".»

Copertina italiana di Green
Molto importante, secondo me, il personaggio di Leslie, la migliore amica di Gwen, intelligente e sempre pronta a dare consigli! L'unica "cosa" che mi piace più di Leslie, è il rapporto fra lei e la protagonista, pronte a fidarsi sempre l'una dell'altra, nelle situazioni più stupide e in quelle più importanti. Rapporti che al giorno d'oggi sono veramente rari!
Be', un libro pieno di colpi di scena e azione, ma che non manca di componenti romantiche e divertenti! Uno young-adult perfetto e decisamente diverso da tutti gli altri, che in pochissimo tempo è diventato il mio preferito :D Impossibile annoiarsi durante la lettura di questo libro, semmai arrabbiarsi quando non lo si può leggere (cosa che io facevo quando mia mamma mi chiamava xD) Perciò non posso fare a meno di dare cinque meritate stelle!




2 commenti: