mercoledì 31 dicembre 2014

Recensione #5: Delirium di Lauren Oliver

Ciao! Oggi è l'ultimo giorno dell'anno... è passato un sacco di tempo dall'ultima volta che l'ho detto xD Comunque non vedo l'ora di cominciare il 2015, sono ottimista e spero che andrà meglio di quest'anno. Buon nuovo anno a tutti ragazzi! A tutti i blogger e a tutte le persone che amano leggere, alle persone a cui piace immergersi in un libro, a tutti coloro che sognano, anche a quelli che non leggeranno mai questo post e a quelli che non sanno della mia esistenza. Auguri a tutti!



Detto questo, posterò la recensione di Delirium che vi avevo promesso nella rubrica "Chi ben comincia...", (non c'entra niente col nuovo anno ma dovevo per forza pubblicarla visto che oggi scade una challenge xD)
Prima di iniziare, mi concedete qualche rigo di sclero vero?VERO?
OMG!! Cioè...voglio dire...insomma....Questo libro!!! D: Non so che dire... il finale... io..io.. Pamela non fare spoiler! Inspira, espira. Non è possibile! Okay, okay calmati..... fiuuuu, non ho resistito e sono andata vedere qualche spoileruccio giusto per accettarmi che il libro non finisce come sembra finire, anche perché in quel caso sarei rimasta shockata per il resto della mia vita ;-)
Bene, *cerca di ricomporsi* da qui in poi comincia la recensione (non mi assumo alcuna responsabilità circa ricadute di sindrome sclero-post-fine-libro xD )!

Trama
Mi chiamo Lena e sono una ragazza come tante. Tra tre mesi, il giorno del mio diciottesimo compleanno, potrò smettere di preoccuparmi: verrò curata e non rischierò più di innamorarmi. Dicono che tanto tempo fa l’amore portasse alla follia, al delirio, alla guerra. E alla morte, come è successo a mia mamma. Per fortuna però gli scienziati trovarono una cura e l’amore venne sconfitto. Tra tre mesi sarò al sicuro, questo è quello che mi hanno insegnato.Questo è quello che mi hanno promesso e che io desideravo. Poi ho incontrato Alex ed è tutto cambiato. L’amore mi ha infettata.

Non puoi essere felice, senza essere triste qualche volta

Recensione (Finalmente)

Delirium è un libro distopico e come tale è ambientato nel futuro.
Ci ritroviamo in un'ordinata città dove niente (apparentemente) è fuori posto. L'amore è considerato una malattia, tra le peggiori per altro, in quanto da origine a follie, guerre e ribellioni. Per questo vige la regola della segregazione secondo la quale ragazzi e ragazze devono stare separati, e all'età di 18 anni tutti vengono sottoposti alla Cura che li priva della possibilità di innamorarsi, oltre a rendere tutti un po' passivi e senza altri sentimenti. Successivamente ad ogni persona viene data una lista di cinque possibili compagni tra cui scegliere il/la proprio/a marito/moglie.
Lena (diminutivo di Magdalena) non fa eccezione e come tutti gli altri non vede l'ora di farsi curare per poter essere al sicuro da questa malattia.
Nelle prime pagine il libro mi ha ricordato tantissimo Matched di Ally Condie che mi era anch'esso piaciuto molto, ma poi man mano che la lettura procedeva, questa sensazione è fortunatamente sparita.
Comunque non posso che fare i complimenti a Lauren Oliver per questo mondo che è riuscita a creare, nonostante la mancanza di parti puramente descrittive infatti, l'ambientazione è ben curata e realistica.
Lena, contro ogni sua previsione, si innamora di Alex, un ragazzo che fa parte della Resistenza, un Invalido che proviene dalle Terre Selvagge, ovvero il territorio al di fuori di Portland.
Avrei voluto un punto di vista di Alex in alcuni capitoli, per sapere qualcosa in più sul suo carattere, non mi sono "innamorata" di lui come faccio di solito con tutti i personaggi maschili  (nonostante abbia il nome più bello del mondo,secondo me). Lena non è fra i miei personaggi preferiti ma non è malissimo, l'ho trovata solo un po' lagnosa in alcuni tratti: continuava a invidiare la ricchezza e la bellezza di Hana, la sua migliore amica, o cose così, comunque questo particolare non ha disturbato la lettura. Lena vive con i suoi zii perché sua madre è morta d'amore dopo aver subito più volte e inutilmente la cura. Questo la cambierà profondamente, ed è il motivo principale per cui conta i giorni che mancano alla sua procedura con ansia, non vuole diventare come sua madre. E una volta trasferitasi dagli zii, i pettegolezzi, i sussurri della gente al suo passaggio riguardo la sua famiglia, la spingono a diventare una ragazza un po' timida e molto obbediente perché vuole rimanere inosservata.

Ti amo, ricordalo. Questo non possono portarcelo via.

La lettura è stata scorrevole e molto avvincente, il libro infatti mi ha appassionata moltissimo e mi risultava difficile staccarmici. Durante la narrazione ci sono molti colpi di scena distribuiti equamente in modo da farmi sempre dire "solo un'altra pagina!" che poi si trasformavano in capitoli u.u

La storia d'amore fra Lena e Alex ovviamente occupa la maggior parte del libro ma secondo me, non è troppo smielata, secondo alcuni si tratta di un insta-love ed effettivamente un po' lo è ma è impostato bene e non mi ha dato fastidio, inoltre la trovo una coppia abbastanza credibile anche perché Lena e Alex si frequentano per diversi mesi... un'altra nota riguarda Hana, la migliore amica di Lena, un personaggio secondario per niente male, che si ribella partecipando a party non autorizzati completamente fuori legge, mi è piaciuto moltissimo il legame di amicizia che c'è fra loro due.

Il finale poi è stato un vero shock (da qui la reazione di prima) che mi ha lasciata senza fiato e mi ha costretto ad andare volontariamente in cerca di spoiler (per la prima volta in vita mia).
Ho deciso di tralasciare, decidendo quale voto dare, alcuni particolari che mi hanno lasciata un po' perplessa (ti butti da un muro alto 7 metri  e non ti fai niente? Come fai a scavare un tunnel attraverso un muro solo con le unghie? Ad avercele unghie così forti xD e un altro paio di cosucce che sarebbero spoiler), ma in fondo Natale e passato da poco e sono un po' più buona ;-)
Alla luce di quanto ho detto sopra Delirium beccati ben 5 stelle!


Grazie a Rosie e Rachel per la lettura di gruppo, è stata proprio una bella esperienza condividere con voi tutti i miei pensieri sul libro :)

E voi? Cosa pensate di questo libro? Chi l'ha letto?

2 commenti: